Chi è il Business Analyst?

Tutto quello che devi sapere sul Business Analyst

Il progresso della tecnologia ha avuto un impatto molto importante sull’utilizzo dell’IT per implementare soluzioni a vari problemi e sfide aziendali. Proprio per questo motivo c’è la necessità di persone qualificate con competenze di analisi aziendale.

Da questa esigenza nasce la figura del Business Analyst, un professionista che sta acquisendo sempre più importanza all’interno delle imprese avendo come obiettivo principale quello di eliminare le inefficienze nei vari processi aziendali.

Chi è il Business Analyst ?

Il business analyst è un professionista che, come si può intuire dal nome, analizza un’organizzazione, studiandone i processi ed il livello di integrazione tecnologica. Individua le inefficienze e propone delle soluzioni che possano aumentare l’efficienza aziendale.

Questo viene fatto, monitorando e valutando costantemente le prestazioni aziendali, al fine di misurare l’impatto che una modifica suggerita o una nuova soluzione potrebbe avere sull’azienda.

Per fare ciò si avvale di strumenti IT come:

BUSINESS INTELLIGENCE 

Per l’estrazione di dati

BUSINESS ANALYTICS

Per l’analisi di dati 

DATA VISUALIZATION

Per avere una rappresentazione grafica dei dati

I dati per questa figura professionale svolgono un ruolo imprescindibile, infatti sta al business analyst cercare di studiare i dati, individuando le criticità dei processi e propendo soluzioni in base alla loro interpretazione.

Il business analyst inoltre, lavora a stretto contatto con gli stakeholder, cercando di capirne le esigenze e proponendo loro soluzioni su come raggiungere gli obiettivi aziendali nella maniera più efficiente possibile.

Che differenza c’è tra business analyst e data analyst?
Facciamo chiarezza

Spesso ci si chiede che differenza ci sia tra un business analyst e un data analyst.

La discrepanza sta nell’utilizzo dei dati da parte delle due figure, infatti il primo utilizza i dati per prendere decisioni aziendali più efficaci.

Il data analyst invece è più interessato alla raccolta e all’analisi dei dati che poi l’azienda può utilizzare per prendere decisioni autonomamente.

Per semplificare il concetto possiamo dire che per il business analyst i dati sono un mezzo per prendere decisioni, mentre per il data anlyst sono il fine della propria attività.

Perché è importante avere questa figura in azienda?

Il business analyst sta acquisendo sempre più importanza all’interno delle imprese, poiché assiste le organizzazioni in 5 fasi fondamentali:

1

Esaminare l’azienda nel suo complesso: il suo lavoro non è solo quello di osservare i risultati economici, ma valuta qualsiasi aspetto (il lavoro dei dipendenti, la pianificazione dei turni e gli strumenti a loro disposizione…)

2

Determinare le esigenze aziendali: successivamente alla raccolta dei dati, il Business Analyst sfrutta gli strumenti IT per identificare le possibile soluzioni con l’obiettivo di rendere più efficienti i processi aziendali.

3

Definire il Budget: dopo aver concordato la strategia, il busienss analyst stabilisce il budget necessario per realizzarla.

4

Monitoraggio: una volta identificate le esigenze, sviluppato un piano di intervento e stabilito il budget a disposizione, il lavoro del business analyst prosegue analizzando i risultati dei cambiamenti organizzativi apportati. Questo permette di comprendere se le modifiche stanno funzionando, permettendogli di intervenire qualora fosse necessario.

5

Coordina e mette in comunicazione: il business analyst, inoltre ha il compito di facilitare la comunicazione tra le singole unità coinvolte nella riorganizzazione delle attività, permettendogli di tenere conto delle varie singole necessità.

AREE DI APPLICAZIONE DI UN BUSINESS ANALYST

Il Business Analyst  è una figura trasversale.

Può trovare impiego nelle aziende di qualsiasi settore oppure presso società di consulenza e system integration per migliorare i processi dei clienti. 

Le aree di interesse principali sono:

BUSINESS DEVELOPMENT – per identificare le esigenze e le opportunità di business dell’organizzazione.

ANALISI DEL MODELLO DI BUSINESS – per definire le procedure e gli approcci di mercato dell’organizzazione.

PROGETTAZIONE DEI PROCESSI – per standardizzare i flussi di lavoro dell’organizzazione.

ANALISI DEI SISTEMI – l’interpretazione delle regole e dei requisiti aziendali per i sistemi tecnici (generalmente all’interno dell’IT).

Questa figura professionale, a volte, fa parte del sistema operativo aziendale e lavora con l’IT per migliorare la qualità dei servizi offerti, fornendo anche assistenza per l’integrazione ed il test di nuove soluzioni, fungendo da collegamento tra il management e gli sviluppatori tecnici.

PER CONCLUDERE

Il business analyst é un profilo piuttosto trasversale, sempre più richiesto, orientato all’innovazione e che, anche in assenza di un background IT specifico, si serve della data analysis con finalità strategiche.

È  una figura di raccordo e allineamento tra necessità, obiettivi e strategie aziendali. 

Fa da tramite tra il Data Scientist e gli utenti aziendali delle diverse Line of Business e può occuparsi di uno o più settori, assumendo, a seconda del caso, diverse specializzazioni.

Tra queste troviamo:

Sales Business Analyst ,CRM Business Analyst e IT Business Analyst.

SCOPRI LE 5 SOFT SKILLS FONDAMENTALI PER UN BUSINESS ANALYST?

CREIAMO DEI PERCORSI FORMATIVI SU MISURA PER SVILUPPARE QUESTE SOFT SKILLS

Vuoi ottenere maggiori informazioni sulla nostra proposta formativa?

CONTATTA SUBITO IL NOSTRO TEAM:

RIMANIAMO IN CONTATTO SUI NOSTRI CANALI: